Acqua è vita. Papa Francesco incontra Daniele Salvatore Valente, imprenditore delle acque minerali

di Margherita Chiara Immordino Tedesco

e Francesco Palladino Callaioli

Daniele Salvatore Valente con Papa Francesco

“L’acqua è l’elemento più essenziale per la vita, e dalla nostra capacità di custodirlo e di condividerlo dipende il futuro dell’umanità. Incoraggio pertanto la Comunità internazionale a vigilare affinché le acque del pianeta siano adeguatamente protette e nessuno sia escluso o discriminato nell’uso di questo bene, che è un bene comune per eccellenza”, queste le parole del pontefice Papa Francesco durante una delle "giornate mondiali dell' acqua".

Non servono scenari apocalittici a cui la cinematografia ci ha abituato, per poter considerare l' acqua come un bene prezioso per la vita stessa dell' essere umano, abbiamo fantasticato su scambi di riserve d' acqua in un polveroso futuro in stile steampunk , ma seppur non cavalcheremo moto assemblate e adornate di spuntoni lucenti, l' emergenza è reale in molte parti del mondo. In Africa la siccità degli ultmi 3 anni ha fatto minacciare il "Day Zero", la chiusura degli impianti per la mancanza di risorse nelle riserve idriche; e mentre l' emergenza rimane in gran parte del continente Africano, a Città del Capo, le forniture d' acqua sono state limitate e destinandole solamente ai cittadini, mentre quelle che irroravano le colture agricole sono state chiuse.

"Oggi oltre un miliardo di persone non ha accesso all'acqua potabile", scrive nel suo libro

"Geopolitiche dell' acqua" Giancarlo Elia Valori, noto dirigente d' azienda italiano nonché rabbino della comunità ebraica di Napoli, che il 28 maggio 2018 ha inaugurato "la Cattedra della Pace" presso il campo di internamento di Ferramonti di Tarsia (CS) presentando il suo nuovo libro “Shoah e conflitto di civiltà”.

"Già nel 2030, se il consumo aumenterà con i ritmi odierni, la disponibilità di acqua sarà minore del 40 per cento rispetto alla richiesta. È una situazione allarmante, aggravata dall'urbanizzazione di massa, dall'industrializzazione dell'agricoltura, dai rapidi cambiamenti climatici. Attualmente, solo il 7 per cento delle acque pulite globali è gestito da imprese private, ma è facile intuire come un moderno capitalismo si stia stagliando all'orizzonte, attratto dalla possibilità di immensi guadagni su un bene di assoluta sopravvivenza. Non solo. La scarsità d'acqua può diventare un pericoloso elemento di attrito tra Stati: più di 260 fiumi infatti attraversano almeno un confine, e le rivendicazioni di Israele, Giordania, Siria e Libano sul bacino del Giordano dimostrano come sarà sempre più difficile comporre le tensioni nei punti caldi del pianeta."

Il presidente Daniele S. Valente assieme a Papa Francesco in occasione della "giornata mondiale dell' acqua" in Vaticano

Provvedere a questo tipo di emergenze è quello che si prefigge Daniele Salvatore Valente, fondatore e presidente della nuova "Acque Minerali Academy" assieme alla partnership di altre associazioni, sarà protagonista nel supporto idrico in Africa, realizzando bacini per la raccolta di acqua piovana, sistemi di trattamenti di purificazione e per la potabilizzazione, per garantire almeno il fabbisogno minimo giornaliero di acqua potabile.

A partire dal 1992, il 22 marzo di ogni anno gli Stati membri del Palazzo di Vetro, grazie all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, sono stati invitati a promuovere l’acqua con attività concrete nei loro rispettivi Paesi per sensibilizzare l’attenzione del pubblico sulla critica questione dell’acqua nella nostra era, per uno sviluppo eco sostenibile. La "Acque Minerali Academy" quest' anno, sarà a Matera, proclamata capitale della cultura 2019, per celebrare la giornata dedicata a questa preziosissima risorsa.

Margherita Chiara Immordino Tedesco ha incontrato ed intervistato il presidente dell'associazione Daniele S. Valente:

Ha portato la cultura delle acque minerali sino a Papa Francesco, ci racconti del suo incontro con il santo padre.

Ad un mese della costituzione dell’Associazione, e con poco tempo a disposizione, mi sono impegnato a creare un evento in Vaticano per la “Giornata Mondiale delle Acque” il 22 marzo 2018. Attingendo da una antica fonte dei Vescovi di Umbriatico, ho realizzato una bottiglia con un ‘immagine impressa di una figura Mariana, quindi sacra. IL volto santo della Madonna disegnata per l’ occasione dal Direttore della Sala Nervi Aula Paolo VI Arch Guido Rainaldi. Questa giornata Mondiale sulle Acque, per l’associazione molto importante, essendo inoltre il suo primo evento, si è realizzata con un’ incontro in Udienza privata con il Santo Padre in Vaticano, un momento che non dimenticherò mai, la sua sensibilità e preparazione sull’argomento è stato per me scioccante. In occasione si è donata una fornitura di acque minerali che il Santo Padre ne avrà fatto buon uso.

Come è iniziata la sua carriera professionale?

La mia carriera professionale, è stata ed è attualmente caratterizzata di Alti e Bassi, ma posso dire con grandi soddisfazioni. Ricordo il mio primo lavoro, il mio inizio, che mi ha dato delle forti basi finanziarie, un Azienda di forniture Hardware, di componentistica informatica, in pochi anni eravamo presenti nel Trading Europeo.

E’ stato Il mio carattere che mi ha portato a diversificare molto, soprattutto dopo il mio primo viaggio A new York, giovane e grintoso, mi sono innamorato della potenza economica Americana ed ho cercato di valutare qualsiasi progetto che mi si presentava in vari settori economici, anche se in alcune circostanze non avevo nessuna competenza, cercavo di entrarci in collaborazione, questa intraprendenza mi ha aiutato molto nel mio futuro. Attualmente la mia base operativa è New York, con una piattaforma import/export International, concentrando il mio interesse nella promozione del Made in Italy, e soprattutto nel settore Acque Minerali, essendo anche Presidente di una APS “Acque Minerali Academy”, “Le Acque Minerali, il miglior business al Mondo”.

Ci parli del suo amore per gli Stati Uniti, delle sue collaborazioni e dei suoi contatti.

Sono tante le collaborazioni, ma di diversa natura, inizialmente fu il settore arte, che mi aiutò molto nelle public relations con realtà molto importanti. Ma nei tanti progetti di sicuro il più importante fu il progetto con la famiglia Trump. Un progetto ambizioso, pensato e messo in atto, dopo i molteplici viaggi a New York

e negli States, ho capito che li c’era di tutto, quindi fare impresa iniziando da zero, sarebbe stato davvero difficile ed impegnativo. La mia stima per la famiglia Trump è stata sempre molto forte, Donald Trump attuale Presidente, è per me il Businessman più coraggioso al Mondo, lo seguivo nei suoi libri, nelle sue imprese, ho deciso quindi, che la mia nuova partneship nel mio progetto doveva essere il Brand Trump. In quel periodo il Figlio Eric Trump comprò una cantina in Virginia, cosi decisi di realizzare una bottiglia in oro contenente uno dei migliori Franciacorta, una qualità creata per questo progetto con bassi contenuti di zuccheri, ed un vestito in oro ed ottimo packaging. La realizzazione era perfetta, mancava il contatto per presentare il progetto, per sei mesi con tanta costanza frequentavo la sua meravigliosa Trump Tower per cercare di capire chi poteva aiutarmi. Ho conosciuto diversi Manager del gruppo, ma nessuno riusciva ad avere rapporti diretti, ormai mi conoscevano tutti, soprattutto la sicurezza che di tanto in tanto mi fermavano per controlli di sicurezza. Il mio giorno fortunato arrivò, un Manager mi avvisò della presentazione del reality show “Apprendice” quel giorno e fu lui a presentarmi al figlio Eric Trump, e con coraggio e tanta determinazione riuscì a suscitargli interesse sul progetto. Quel giorno insieme a Donald e Melania ci fu anche la consegna della bottiglia campione, fu un successo per me, e nei giorni successivi fui invitato a presenziare il mio progetto al 23° piano della Trump Tower.

Quali sono i suoi progetti futuri con il gruppo Trump?

Naturalmente si, in altre circostanze e la fiducia ormai acquisita dal gruppo, mi ha

portato alla presentazione di ulteriori progetti, tra cui, acquisizioni di hotels, la

realizzazione di un Golf Club in Italia per la Rayder Cup 2022, ma purtroppo l’ascesa

di Donald Trump alle elezioni 2017 , ha frenato tutti i progetti privati. Presenterò a

breve al gruppo un nuovo progetto, non più sul vino, ma sulle acque minerali, una

bottiglia di Acqua Minerale con l’aggiunta di oro alimentare, di alto design, firmato da

un illustre Artista Internazionale.

Ci racconti della sua passione e la funzione della sua associazione.

L’Acqua è da sempre una delle mie passioni più importanti, sono uno studioso e

collezionista di acque minerali, nonché anche un Idrosommelier, che è un esperto

professionista delle Acque minerali, ha la funzione di distinguere i gusti ed i sapori di

ogni Acqua minerale conoscendo il loro DNA. Questa passione è cresciuta cosi tanto

che con alcuni miei amici abbiamo costituito una APS “Acque Minerali Academy”.

Un’Associazione che ha come scopo, la promozione della cultura delle Acque Minerali nel Mondo. Cresciuta e strutturata in meno di anno, siamo oggi presente con una unità operativa in Serbia per i paese orientali, in America a New York, e la sede legale al sud Italia presso Università della Calabria. In Calabria con le sue Acque ed aria più pure Al Mondo, nascerà a breve nel comune dell’Antica “Petelia” “Strongoli”, un Museo delle Acque, per me davvero importante, per la sua funzione didattica, la sua interattività Internazionale, e quella formativa.. la nuova figura professionale di idrosommelier, richiamando ogni anno in un convegno, i migliori studiosi Internazionali sulle Acque.

Quali programmi ha l' associazione per la giornata modiale dell' acqua del 22 Marzo?

In programma abbiamo un evento in tema, che si svolgerà nella città delle Acque , “Matera”, capitale della cultura 2019. Il programma si svilupperà tra la chiesa “ Madonna dell’Idris” (Madonna delle acque) per la consegna di una nuova bottiglia dal senso sacro al Vescovo Don Pino Caiazzo e nel pomeriggio nel prestigioso “Palazzo Lanfranchi”, dove il suo ingresso è decorato dalla goccia dell’artista Giapponese Kenjiro Azuma , per un convegno sulle Acque e la sua importanza, l’incontro con più associazioni ed istituzioni, seguirà una raccolta fondi per un pozzo in Burchina Faso.

" [...] desidero richiamare l’attenzione sulla questione dell’acqua, elemento tanto semplice e prezioso, a cui purtroppo poter accedere è per molti difficile se non impossibile. Eppure, «l’accesso all’acqua potabile e sicura è un diritto umano essenziale, fondamentale e universale, perché determina la sopravvivenza delle persone, e per questo è condizione per l’esercizio degli altri diritti umani. Questo mondo ha un grave debito sociale verso i poveri che non hanno accesso all’acqua potabile, perché ciò significa negare ad essi il diritto alla vita radicato nella loro inalienabile dignità" -Papa Francesco, Giornata mondiale di preghiera per la cura del creatopersone, e per questo è condizione per l’esercizio degli altri diritti umani. Questo mondo ha un grave debito sociale verso i poveri che non hanno accesso all’acqua potabile, perché ciò significa negare ad essi il diritto alla vita radicato nella loro inalienabile dignità" -Papa Francesco, Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato

Margherita Chiara Immordino Tedesco e Daniele Salvatore Valente